fbpx

Un bambino conteso

Clinico, Conflittualità, Genitorialità, Relazioni e coppia, Riletture e restituzione, Teorico

Un bambino conteso Usare il pensiero controintuitivo. Donna di 36aa, fidanzata da 12 anni e con un figlio di 3aa. Dalla nascita del figlio, il compagno sembra essere cambiato e ha cominciato a riversare il rapporto conflittuale, che prima riservava alla propria madre, anche sulla paziente.​ A seguito di una serie di pensieri “bizzarri” del compagno (tipo il ritenere che il fratello della pazente abbia dei pensieri erotici sul figlio) e fissazioni relative alla gestione del bambino, la paziente ha chiesto la separazione. Il compagno si è opposto, con affermazioni del tipo: “Sarà l’ultima cosa che farai!”.​ Dietro consiglio della suocera, seguita online da una collega del Centro, la paziente chiede di entrare in terapia.​ La paziente chiede di essere aiutata nella gestione della separazione, considerando i comportamenti del compagno e le possibili ricadute sul bambino. Vorrebbe riuscire a convincere il compagno a iniziare un percorso di coppia al fine di separarsi, ma il compagno si oppone.​ DOMANDA DI INTERVISIONE: Costruzione del colloquio di restituzione.​​ INTERVISORE: Marpa Crisciani.

Lascia un commento