fbpx

Le polarità semantiche familiari

“Dottore, però io sto male!”. E adesso come lo aiuto il mio paziente? Ho raccolto pagine e pagine di informazioni, gli ho fatto raccontare le cose più segrete, ma non è così che lo aiuterò a stare meglio, se non incidentalmente.

E non mi è particolarmente d’aiuto neanche dirmi “Il mio paziente sta male perché ha la diagnosi XYZ”, perché l’aver dato un nome al suo star male non mi aiuta a farlo stare meglio. In realtà non possiamo aiutare i nostri pazienti a stare meglio finché non capiamo il perché del loro stare male, fino a quando non riusciamo a dare un senso al loro disagio.

In questo Videocorso ci tufferemo in una panoramica della teoria delle Polarità Semantiche Familiari sviluppata da Valeria Ugazio, uno straordinario strumento interpretativo che ci permette di andare a toccare con mano il paradosso che sta inchiodando il paziente nella sua condizione di sofferenza e di agire su quello per liberarlo.

Al termine del Videocorso saprai riconoscere in quale universo di significati affonda le radici il racconto che fa di sé il paziente e sarai in grado di identificare quali caratteristiche del suo modo di raccontarsi lo bloccano in un cortocircuito.

Non si tratta solo dell’ennesimo elenco di psicopatologie: qui andremo a riflettere sul modo in cui tutti gli esseri umani costruiscono le loro esperienze e, talvolta, ci rimangono incastrati.

Il Videocorso presenta la teoria delle Polarità Semantiche Familiari inserendola nella storia dello sviluppo del pensiero psicoterapeutico e affronterà le quattro Polarità Semantiche Familiari su cui si articola la teoria presentando, per ognuna di esse, un’Intervisione esemplificativa relativa a un caso clinico appartenente alla Polarità Semantica Familiare in oggetto.